SEGUICI SUI SOCIAL
CONDIVIDI

architettura urbana

Rivestire ambienti e spazi pubblici con le piastrelle di ceramica italiane oggi non è solo tecnicamente possibile, ma consente al progettista di dare grande spazio alla propria creatività. Versatilità di colori, tessiture superficiali, formati e schemi di posa unici ed originali rendono le piastrelle di ceramica italiane materiali protagonisti dell’architettura mondiale del XXI secolo.

Estetica e design sono, da sempre, un must delle piastrelle italiane, in grado di interpretare le più aggiornate tendenze dell’abitare che, nei prodotti più recenti, consente di trovare una propria adeguata collocazione non solo nelle abitazioni, ma anche nei nuovi spazi del costruito, quali pavimenti di centri commerciali ed uffici, arredo urbano e luoghi di culto, pareti esterne ventilate. Questa qualità e ricercatezza estetica è unita ad un insieme di proprietà tecniche in grado di assicurare, per i pavimenti e le pareti rivestite con piastrelle di ceramica, il mantenimento nel tempo della bellezza e della funzionalità iniziali.

Le piastrelle di ceramica sono una classe di prodotti per pavimento e rivestimento molto vasta e variegata. I prodotti che trovano ampie possibilità di applicazione nell’arredo urbano sono principalmente il grès porcellanato, il cotto ed il klinker. Il punto di forza di questi prodotti è appunto la capacità di unire caratteristiche estetiche importanti e prestigiose con ottimi livelli di resistenza alle sollecitazioni di diverso tipo (meccaniche, chimiche, igrometriche) a carico delle piastrellature in un ambiente esterno. Non è facile trovare altri materiali con un mix così efficace ed eccellente di proprietà tecniche e proprietà estetiche.

Approfondiamo brevemente questi aspetti tecnici.
Un pavimento esterno, di un luogo pubblico frequentato da molte persone ed anche mezzi di trasporto è esposto a livelli molto elevati di sollecitazioni meccaniche. Di particolare intensità sono le sollecitazioni di usura abrasiva, determinate dal traffico pedonale ed accresciute dalla inevitabile presenza sul pavimento di sporco abrasivo (polvere, sabbia, etc.). Per resistere a questa sollecitazioni, per assicurare una lunga durata in queste gravose condizioni di esercizio, occorrono materiali duri e resistenti all’abrasione, come i materiali ceramici sopra citati.

Il grès porcellanto, ad esempio, è caratterizzato da una struttura estremamente compatta e da livelli di resistenza all’abrasione che non trovano riscontro in altri materiali da costruzione. Ma non basta. La collocazione in esterno comporta l’esposizione – in questo caso non solo dei pavimenti, ma anche delle pareti – al contatto con agenti chimicamente aggressivi (lo smog, ad esempio), ed a sollecitazioni gravose di tipo termico ed igrometrico (pioggia, gelo, variazioni di temperatura e di umidità che possono essere sia di grande intensità, sia estremamente rapide).
Queste sollecitazioni agiscono insieme alle precedenti, con sinergie che metterebbero qualunque materiale a dura prova. Ma le piastrelle di ceramica possono fare affidamento su un’elevata inerzia chimica, e sulla capacità dei tipi sopra citati (grès porcellanato, cotto e klinker) di resistere senza deteriorasi sia al contatto con agenti chimicamente aggressivi (lo smog, ma anche gli acidi e le basi), sia agli sbalzi di temperatura, sia al gelo.

Il grès porcellanato fa affidamento su una struttura estremamente compatta, che lo rende assolutamente “impervio” all’acqua, e dunque lo difende dai rischi associati al gelo dell’acqua che dovesse penetrare all’interno. Cotto e klinker sono diversamente porosi, ma con caratteristiche dei pori tali da prevenire i rischi di gelività. Nelle pareti di edifici (anche nelle pareti ventilate) le piastrelle di ceramica creano superfici belle per sempre, e sicure dai rischi di distacco, grazie all’attuale disponibilità di sistemi e tecnologie di installazione sempre più prestanti.
Infine, non si può dimenticare che le piastrelle di ceramica possono assicurare, in modo ottimale e senza alterare le altre proprietà tecniche ed estetiche sopra richiamate, anche le esigenze di sicurezza, molto sentite in ambienti pubblici. Pensiamo alla sicurezza dai rischi di scivolamento: le piastrelle di ceramica – in particolare quelle di grès porcellanato, consentono di realizzare superfici antiscivolo di grande efficacia.
Belle, resistenti, durature e sicure: così sono le piastrelle di ceramica per l’arredo urbano.

Rotatoria

I vantaggi dell'utilizzo di materiale ceramico in una delle più recenti applicazioni dell'arredo urbano.
La piastrella come elemento di arredo urbano nelle rotonde.

In alcune rotatorie il materiale utilizzato è il grès porcellanato, linea pietre naturali, applicato al corpo centrale dell’elemento urbanistico, con piastrelle formato 30x30 centimetri aventi spessore di 8,6 millimetri. Il grès porcellanato, con effetti superficiali strutturati e vicini alle pietre naturali, presenta caratteristiche di ottima resistenza al gelo e all’abrasione e, applicato in diversi spessori, sopporta molto bene anche le sollecitazioni meccaniche.

Tra i vantaggi connessi all’uso della piastrella vi è la diminuzione del costo di installazione, fattore che agevola l’utilizzo della ceramica anche negli altri usi degli arredi urbani, come marciapiedi e zone pedonali; la piastrella ha anche un comportamento neutro nei confronti della luce e degli agenti atmosferici e mantiene, quindi, invariato nel tempo il colore originario.
L’utilizzo della ceramica offre, inoltre, la possibilità di ottenere una ricca gamma, cromatica e decorativa, che può coadiuvare il progettista nel trovare soluzioni d’arredo urbano più personali.

I colori delle piastrelle utilizzate in queste realizzazioni sono i più diversi: spaziano dal blu tinta unita al maculato bianco su sfondo nero, per poi passare al grigio con punti neri e bianchi. Con la ceramica si sono ricoperte le superfici della pavimentazione nella pedana rialzata della rotonda e, come rivestimento, il corpo centrale della struttura.
La piastrella come materiale di rivestimento e protezione, quindi, ma anche elemento di decoro ad alto valore estetico.