( ! ) Warning: include_once(C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139296{main}( )..\index.php:0
20.0000141352require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
33.171228413360require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
43.249328448952include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

( ! ) Warning: include_once(): Failed opening 'C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php' for inclusion (include_path='.;C:\php\pear') in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139296{main}( )..\index.php:0
20.0000141352require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
33.171228413360require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
43.249328448952include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

Standard e valori della Casa Mediterranea

A Villa Guastavillani, antica dimora nobiliare sulle colline di Bologna oggi sede dell’Alma Laurea dell’Università felsinea, è stato presentato giovedì 19 maggio il Manifesto della Casa Mediterranea.  Un documento di straordinaria importanza per la Federazione Ceramica e Laterizio e per i due settori rappresentati, che già dalle parole del titolo ne definisce il senso e la rilevanza.
Non un libro bianco o un position paper, ma un Manifesto. Non, quindi, uno strumento di analisi e di approfondimento dello stato dell’arte, né un documento volto a rivendicare presso le autorità specifiche e dettagliate richieste. Ma un Manifesto, ovvero la dichiarazione pubblica e solenne, identitaria e formale di come il laterizio e la ceramica sono e vogliono essere protagonisti dell’edilizia e dell’architettura contemporanea. Affermazione forte e netta, affidata ad un manifesto che, se nella sua versione light si riassume in 7 punti, in quella completa si compone di oltre 20 pagine dove accreditati istituti – anche universitari – di ricerca nel campo delle costruzioni hanno sistematizzato l’insieme delle potenzialità connesse all’uso in edilizia di questi due materiali. Una Manifesto che è sostanza, non apparenza.
Il richiamo alla Casa Mediterranea è la riproposizione di un modello costruttivo che, nella storia, ha dato prova di qualità architettonica, durabilità, comfort interno, ricercatezza nel design, elevata efficienza antisismica. Valori che, opportunamente evoluti, sono tuttora in grado di essere protagonisti del mondo delle costruzioni, italiano ed internazionale. Canoni abitativi e costruttivi fortemente legati al contesto ambientale, performance dell’involucro caratterizzate da salubrità e comfort dell’ambiente abitativo, senza dimenticare gli alti livelli di efficienza energetica , che si coniugano alla sicurezza e ad una funzione antisismica decretano il valore del modello Casa Mediterranea. E delle potenzialità connesse a quel ‘abbattere per ricostruire’ che rappresenta per il vecchio patrimonio edilizio italiano la strada maestra verso la riqualificazione abitativa residenziale, anche in termini di zero consumo di suolo.
Una sottolineatura importante, che riafferma il valore del costruire in mattoni e ceramica italiana e che si confronta con la vulgata comune che sembra attribuire – erroneamente – solo ad altri materiali costruttivi, strutturali o di rivestimento, standard ambientali e costruttivi di primo livello.

24 maggio 2016

[ Editoriale di Cer Magazine NEWS n. 5/2016, e-magazine di Ceramics of Italy ]

Serri_imgxeditoriale_2

Back