( ! ) Warning: include_once(C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139264{main}( )..\index.php:0
20.0000141320require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.234128457384require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.249828492976include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

( ! ) Warning: include_once(): Failed opening 'C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php' for inclusion (include_path='.;C:\php\pear') in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139264{main}( )..\index.php:0
20.0000141320require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.234128457384require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.249828492976include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

Lasciar Tracce. Mario Botta al Cersaie.

Lasciar tracce è una caratteristica dell’agire umano sulla terra, condizione necessaria per la permanenza di una memoria personale o collettiva, sia essa gradita oppure no. Introdotto da Fulvio Irace, l’incontro tra il filosofo Maurizio Ferraris – autore di “Documentalità” – e l’architetto ticinese Mario Botta parte da tale constatazione per dare vita ad un confronto tra due punti di vista differenti: lo sguardo del decifratore e quello del creatore di tracce. Ferraris e Botta si confronteranno sui temi della storia, della memoria e sui comportamenti dell’uomo nei luoghi dove abita, il cui paesaggio è appunto testimonianza della presenza di innumerevoli tracce.

La questione è resa tanto più intrigante quanto più sembra essere diffusa la convinzione di trovarsi all’interno di una cultura sostanzialmente immateriale: la perdita della scrittura – o la sua trasformazione attraverso l’informatica, gli sms, etc. –, la diminuita importanza della presenza fisica nell’era di internet e il relativo costante slittamento tra realtà ed immagine virtuale hanno contribuito infatti a creare la convinzione che ci troviamo in una società in cui “tutto ciò che è solido svanisce nell’aria”.
Eppure, come dimostra Ferraris, l’uomo non può vivere al di fuori di un contesto di segni e di iscrizioni che caratterizzano la dimensione del contratto sociale, ed analogamente Botta è da sempre convinto che l’architettura sia una perentoria forma di iscrizione del comportamento sociale nell’ambiente fisico, e che di conseguenza essa non possa rinunciare alla fisicità ed alla materialità del suo linguaggio di pietra.

Galleria dell’Architettura
Mercoledì 29 settembre ore 14,00

Back