( ! ) Warning: include_once(C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139232{main}( )..\index.php:0
20.0000141288require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.124728438928require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.124728474984include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

( ! ) Warning: include_once(): Failed opening 'C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php' for inclusion (include_path='.;C:\php\pear') in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139232{main}( )..\index.php:0
20.0000141288require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.124728438928require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.124728474984include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

La sostenibile sottigliezza

Nella lingua italiana la sottigliezza viene associata all’intelligenza, quando se ne vogliono aggettivare i particolari contenuti di raffinatezza e capacità di risolvere con soluzioni brillanti problemi complessi. Non c’è dunque da stupirsi se nel mondo della ceramica per architettura, le lastre Sottili abbiano al loro primo apparire (e in verità continuano a farlo) stupito per l’intelligenza dei contenuti, le innovative caratteristiche morfologiche, i rivoluzionari processi produttivi, la capacità di aprire nuovi ambiti applicativi.
Ai principi degli anni 2000, in molti hanno guardato con perplessità a una proposta così radicalmente altra, ma non c’è voluto molto tempo perché mercato e produttori ne intuissero e sfruttassero le potenzialità intrinseche, trasformando quella dei “sottili” in una delle tipologie prodotto più dinamiche dell’ultimo decennio.

Sottile_by-CASALGRANDE_PADANAPer meglio comprendere la portata di questa innovazione bisogna tenere conto che le prime lastre sottili, non solo venivano prodotte in spessori sino a poco tempo prima impensabili, ma anche in formati altrettanto sorprendenti, quali ad esempio il 3 metri per 1. È dunque anche il rapporto superficie/spessore e unitamente la leggerezza dell’insieme che ne deriva, ad aver segnato un vero e proprio passaggio epocale. Indicativamente si parla infatti di valori che dai circa 7,5 kg/mq per le lastre da 3 mm salgono a 11/14 kg/mq per quelle da 5 mm, quindi tra la metà e 1/3 di un prodotto tradizionale.
Il processo industrializzato, fa riferimento all’impiego di uno studiato mix design, composto da una studiata selezione di argille, rocce, feldspati e pigmenti, compattati a elevatissimo carico su nastro continuo o mediante speciali presse e successiva cottura a oltre 1200 °C. Un ciclo virtuoso anche dal punto di vista ecologico, grazie all’impiego minore di materia prima, di risorse energetiche, di acqua e conseguentemente di un ridotto impatto ambientale. Si ottengono così lastre ceramiche di notevoli dimensioni, che alle proprietà indiscusse del grès porcellanato uniscono caratteristiche di notevole flessibilità. Basti pensare che le lastre da 3 mm armate con rete raggiungono una resistenza a flessione di circa 90 N/mmq, secondo la ISO 10545-4.
Per rispondere in maniera appropriata alla differenti prestazioni di resistenza e flessibilità necessarie a soddisfare i più diversi campi applicativi, le lastre sottili hanno conosciuto un progressivo processo di ingegnerizzazione e specializzazione sia attraverso soluzioni di ibridazione sia di messa a punto di alcune varianti nell’ambito del processo produttivo.

stontech-spessore-4-e-11Oggi si possono così distinguere lastre semplici comprese in un range di spessori tra i 3 mm (supersottili) e i 4,5 – 6 mm (sottili). Lastre di diversi spessori armate sul retro con una stuoia di fibra di vetro. Lastre sandwich, ottenute accoppiando ceramiche di pari spessore o differenziate, con facce a vista sugli esterni e tessuto di fibra di vetro interposto.
Le dimensioni dei singoli elementi possono variare dai 3 metri per 1 dei supersottili e sottili (semplici o in sandwich), ai 60×120 cm di alcune produzioni monostrato di maggior spessore, sino alla recente proposta di lastre ceramiche di ben 320×160 nello spessore di 6 mm. Naturalmente per ogni misura citata sono disponibili di serie o su richiesta tutti i sottomultipli.
Dal punto di vista dei settori di utilizzo, le proprietà delle ceramiche sottili unite alle finiture superficiali e alle capacità del grès porcellanato di interpretare oltre a se stesso i più diversi materiali (marmo, legno, cemento, metallo e molto altro), hanno consentito di esplorare nuovi ambiti applicativi, sostanziando soluzioni progettuali inedite, non solo in termini prestazionali, ma anche compositivi.
Negli interventi di ristrutturazione le ceramiche sottili sono state da subito apprezzate sia come rivestimento, sia come pavimentazione da applicare su materiali preesistenti senza necessità di demolizione e, grazie alla leggerezza, senza gravare sulle strutture e sui supporti già in opera. Sempre in tema di leggerezza, vengono impiegate per il rivestimento e la nobilitazione di partizioni interne anche in cartongesso, di pareti e superfici a geometria complessa, così come di ante scorrevoli e porte a battente. Altro campo di impiego è quello dei rivestimenti per esterni e degli involucri per edifici ex novo o da ristrutturare, dove accanto alle applicazioni tradizionali o ventilate, grazie a leggerezza, durabilità e ridotto spessore vengono utilizzate con successo come strato di finitura per i sistemi isolanti a cappotto. Architettura e allestimenti di interni, mobili e componenti di design e non ultimo l’arredamento nautico, sono alcuni tra gli altri settori dove sempre più pervasivamente questa nuova generazione di ceramiche si sta diffondendo, associando la sottigliezza all’intelligenza del suo impiego.

stontech-stonwhite

Back