( ! ) Warning: include_once(C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0156139232{main}( )..\index.php:0
20.0312141288require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
35.311328414008require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
45.373828449600include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

( ! ) Warning: include_once(): Failed opening 'C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php' for inclusion (include_path='.;C:\php\pear') in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0156139232{main}( )..\index.php:0
20.0312141288require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
35.311328414008require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
45.373828449600include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

Cersaie, mondo.

di Andrea Serri

Se c’è una cosa che stupisce chi frequenta Cersaie – tanto chi vi entra la prima volta, quanto coloro che da anni partecipano al Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno -, questo è il respiro mondiale degli espositori e dei visitatori. Una situazione normale, per chi abita in una grande capitale come Londra o New York, molto meno se si pensa a Bologna che invece, proprio grazie a Cersaie, diventa per una settimana ‘la’ metropoli di riferimento per questi settori espositivi.
Anche questa 34a edizione della fiera conferma questa intonazione, anzi la migliora in modo ancor più significativo. A partire dai paesi a cui appartengono gli espositori, che per la prima volta superano la soglia dei 40, arrivando a 43 e coprendo il mondo in modo ancor più ampio e completo. Senza dimenticare i visitatori che, provenienti da 170 paesi del pianeta, rappresentano circa la metà delle oltre 100.000 presenze.
Essere internazionali, respirando e vivendo per una settimana questa dimensione, consente di alzarsi dall’ambito locale per presentare al mondo le tendenze estetiche e di prodotto che nascono dall’Italia e, al tempo stesso, di cogliere di rimando le reazioni che un pubblico così composito e cosmopolita è in grado di offrire. Potendo sfruttare un palcoscenico che non ha eguali in nessuna parte del globo, luogo e momento dove il dialogo ed il confronto – motore di ogni azione umana – consentono di percepire se i percorsi proposti avranno un futuro.
Il tutto con due discriminanti sempre forti. La consapevolezza per l’industria ceramica italiana di essere la prima al mondo e, come tale, di doversi misurare in primis con sé stessa; la convinzione che ogni traguardo altro non è che la tappa di una gara che non finisce mai.
Questa è la nostra storia. Ma è anche il nostro futuro.

21 settembre 2016
[ Editoriale di Cer Magazine NEWS n. 10/2016, l'e-magazine di Ceramics of Italy ]
Serri_imgxeditoriale_2

 

Back