( ! ) Warning: include_once(C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php): failed to open stream: No such file or directory in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139328{main}( )..\index.php:0
20.0000141384require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.640228420984require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.640228456576include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

( ! ) Warning: include_once(): Failed opening 'C:\wamp\www/wp-content/themes/ceramiche-smart/intpage-menu-.php' for inclusion (include_path='.;C:\php\pear') in C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php on line 8
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0000139328{main}( )..\index.php:0
20.0000141384require( 'C:\wamp\www\wp-blog-header.php' )..\index.php:17
31.640228420984require_once( 'C:\wamp\www\wp-includes\template-loader.php' )..\wp-blog-header.php:16
41.640228456576include( 'C:\wamp\www\wp-content\themes\ceramiche-smart-child\single.php' )..\template-loader.php:74

Cersaie 2015 ospita la terza tappa di Ceramic Futures

di Elena Romani

Mercoledi 30 settembre alle 15.00 la Galleria dell’Architettura ospita un simposio di presentazione delle idee progettuali più significative emerse dalla terza edizione di Ceramic Futures: from poetry to science fiction. Questo progetto di “social networking” sulla ceramica italiana – promosso da Confindustria Ceramica, organizzato da Edi.Cer. SpA in collaborazione con IdLab sotto la guida di Stefano Mirti – ha coinvolto gli studenti del Politecnico di Milano, dell’EnsAD di Parigi e dello IED di Torino, che si sono confrontati sul piano della progettualità, immaginando nuovi scenari, indicazioni e percorsi per il prodotto ceramico.

Dopo il workshop di lancio nel distretto in cui hanno avuto modo di visitare aziende e istituzioni del settore ceramico, gli studenti hanno lavorato nei loro istituti nei mesi di maggio e giugno e, come per le precedenti edizioni, l’intero processo è condiviso su una piattaforma web dedicata (www.ceramicfutures.com/3) che dialoga costantemente con gli account di Facebook, Twitter, Instagram e Google+: chiunque può connettersi, osservare, commentare, dare indicazioni, interagire, contribuendo ad innescare un meccanismo di comunicazione virale intrinseco al medium.

Per la categoria “The Community”, i vincitori sono Cecilia Arata dello IED Torino con il progetto “Blindness”; Clara Kernreuter, dell’Ensad di Parigi, con “Sensible collective memories” e Camilla Marini del Politecnico Di Milano con il prototipo“Snap Futures”.

Per la categoria “Best Projects”, i vincitori sono Alessandro Calabrese dello IED Torino con “Freeze this post”. Martina Genovesi, del Politecnico di Milano si è aggiudicata il premio con il progetto “High on memory”, mentre Erwan Péron, dell’Ensad di Parigi ha vinto con il progetto “Or noir / Black Gold”.

Dalla sua prima edizione, il progetto social si basa sull’assunto che per le nuove generazioni i social media rappresentano non solo un mezzo di comunicazione e relazione ma, soprattutto, una nuova modalità di strutturazione del proprio pensiero. La vera innovazione di Ceramic Futures infatti risiede nel processo con cui il “gioco” è stato condotto, in quanto c’è un nuovo layer digitale nelle nostre vite e – volenti o nolenti – bisogna fare i conti con i cambiamenti che produce. Grazie a questa modalità, gli oltre 100 studenti coinvolti nelle tre edizioni hanno sviluppato altrettanti prototipi catalizzando l’attenzione digitale di migliaia di utenti che hanno osservato, sostenuto e commentato il lavoro dei futuri designer.

Ma non solo: il progetto, che vede la sua naturale conclusione al Cersaie (Bologna, 28 settembre – 2 ottobre) con una mostra, il relativo catalogo e un simposio in programma mercoledì 30 settembre alla Galleria dell’Architettura, deve essere inteso come una esplorazione di carattere etnografico che avrà sicuramente ripercussioni sullo sviluppo dei prodotti ceramici del futuro; proprio per questa ragione, nella mostra allestita alla Galleria dell’Architettura di Cersaie troverà una collocazione d’onore anche una selezione dei progetti più interessanti sviluppati nelle precedenti edizioni.

 

 

Back